• Max Aquila
    Max Aquila

    Sony a99 II: condannata all'Eccellenza !

    la fotocamera e gli zoom Sony oggetto del test, sono disponibili in rental
    presso il negozio Fotoluce, di Alfio Sparta', in via Scammacca 76 a Catania
     
     

     

    Immagine Allegata: 015  11072017 -_D5K0956  Max Aquila photo (C).jpg

     

    Alfio e Immagine Allegata: logo.png  hanno colpito ancora:

     
    dopo la prova della a9, la curiosita' per questa Sony era tanta e ci e' stata messa a disposizione insieme a due obiettivi di eccellenza, come da titolo:
     
    - lo Zeiss Vario Sonnar 2,8/ 24-70 ZA SSM II Immagine Allegata: 701  24072017 -_D5K0983  Max Aquila photo (C).jpg 
    e
    - il Sony G 2,8/70-200 SSM II Immagine Allegata: 007  11072017 -_D5K0965  Max Aquila photo (C).jpg 
     
    che mettero' alla frusta insieme al sensore piu' performante in formato FX di casa Sony, lo stesso che equipaggia la a7RII ma con delle prerogative in termini di ergonomia, dinamica dell'AF e di tante altre funzionalita' che la differenziano decisamente dalle sorellE-mount
     

    Immagine Allegata: 001  11072017 -_D5K0925  Max Aquila photo (C).jpg

     
    Una sola certezza: questa a99II sara' l'ultima di una lunga serie di macchine Sony, direttamente derivanti dalla felice fusione col know-how di Minolta, e cio' sancira' anche la fine della ottima serie di ottiche che ne sono fin qui scaturite,


     Immagine Allegata: A_Mount_619.jpg

    Che cio' sia un male o un bene....lo vedremo subito...

    Immagine Allegata: 012  11072017 -_D5K0936  Max Aquila photo (C).jpg

     
    Sony α99II e' l'ultima nata della lunga serie di SLR (prima) ed SLT (Single Lens Translucent) a baionetta Sony-Minolta, acquisita dalla fusione del 2006 e che determina  la sigla Alpha prima del numero indicativo del modello/versione.
     
    Sony α99II e' una macchina fotografica "condannata all'Eccellenza" perche' restera' con tutta probabilita' l'ultima a sfruttare questa baionetta (e le ottiche dedicate) nella sua categoria di fotocamera pro, destinata a professionisti e fotoamatori dalle esigenze TOP.
     
    Presentata nel 2016, monta lo stesso eccellente sensore della E-mount a7RII da 42,4 Mpx, ma la sua principale caratteristica sta nella ibridazione del sistema cui appartiene: Immagine Allegata: 600 af translucent.PNG 
    possiede lo specchio come le reflex, ma e' fisso e semitrasparente, al servizio di uno dei due sensori AF della macchina,
    Immagine Allegata: 602 79.jpg quello da 79 punti a contrasto di fase,
    il quale si somma (con gli obiettivi compatibili) a quello da ben 399 punti Immagine Allegata: 603 399.jpg 
    sovrapposto al sensore CMOS, alle spalle dello specchio translucent.
     

    Immagine Allegata: 604 hybrid.jpg

     
    Tale sistema di misurazione AF realizza un complesso sistema di calcolo che copre la maggior parte della superficie del sensore Full Format, ovviamente utilizzando gli obiettivi della lista prima indicata, senza pero' arrivare alla spettacolare copertura del 93% del sensore, prestazione raggiunta solamente dalla cugina mirrorless a9 , la quale vanta ben 693 sensori AF.
     
    Insieme a questo specchio fisso translucente Immagine Allegata: 034  24072017 -_D5K1041  Max Aquila photo (C).jpg 


    (apribile per consentire una piu' agevole pulizia del sensore)Immagine Allegata: 035  24072017 -_D5K1044  Max Aquila photo (C).jpg 
    che fa pensare ad analoghe realizzazioni pellicolari Canon (Pellix) del secolo scorso  :o
     
    la alpha99II e' munita di EVF da 2,4 milioni di pixel, realizzando in questo modo una via di mezzo tra una reflex ed una mirrorless, idealmente sommando i pregi di entrambi i sistemi, sperando di tralasciarne i...difetti!  :marameo:
    Pertanto, prima di scattare, ogni regolazione sara' valutabile sull'eccellente mirino elettronico e dopo scattata, sara' possibile rivederla, sia sull'ampio monitor da 3" di diagonale, sia sull'EVF, per una migliore acutezza visuale complessiva.
     
    Immagine Allegata: 601 5assi oss.PNG 
    Questa Sony alpha e' inoltre dotata del sistema di stabilizzazione ottico del sensore, su cinque assi di movimento, ovviamente progettato per ottiche entro la lunghezza focale di uno standard, oltre la quale, per compensare eventuali oscillazioni su tempi di otturazione a rischio, conviene utilizzare obiettivi OSS, dotati cioe' di proprio sistema di stabilizzazione ottica, il quale si somma per intervento a quello incorporato.
     
    Il monitor e' completamente basculabile in quanto (finalmente) imperniato in basso, in modo tale da poterlo anche proteggere del tutto,
    Immagine Allegata: 004  11072017 -_D5K0948  Max Aquila photo (C).jpg 
    nel caso venga escluso in ripresa.
     
    Ma quando invece e' operativo, si somma alla grande quantita' di pulsanti presenti sul dorso, a realizzare la gestione delle numerosissime funzioni di questa macchina davvero spettacolare: un vero esercizio di stile per Sony!
     

    Immagine Allegata: 003  11072017 -_D5K0941  Max Aquila photo (C).jpg

     

     

    Ben 13 tasti funzione programmabili con una moltitudine di comandi disponibili per ciascuno,

     
     

    Immagine Allegata: 049  25072017 -_D5K1141  Max Aquila photo (C).jpg (la simulazione del diaframma a portata del dito medio sinistro...) 

     
     

    piu' 12 richiami funzione nel menu' del tasto FN (a sopperire alla strana assenza di un "Mio Menu'" tra le 32 schede che formano il "corpus" del Menu' della fotocamera, ognuna delle quali ha potenzialmente sei righe di comando, anche se non sempre impiegate in un confusionario ed incomprensibile affastellamento di funzioni (alle volte) non immediatamente consequenziali, come ho gia' avuto modo di lamentare su Sony E, A  e serie 6000.

     
     

    Tre blocchi di memoria sulla rotella a sinistra del tetto della a99II, Immagine Allegata: 042  24072017 -_D5K1089  Max Aquila photo (C).jpg

    insieme alla selezione PASM, Video, Panorama e Auto Scene, a fianco della quale la slitta flash Sony e i due microfoni stereo della sezione video (che tralascio per manifesta incompetenza).

     

    Sulla parte destra, sotto il pulsante di accensione coassiale a quello di scatto Immagine Allegata: 048  25072017 -_D5K1134  Max Aquila photo (C).jpg

     

    sensibile alla prossimita' del polpastrello, come non mai mi era capitato di riscontrare :o

     

     4 pulsanti/funzione incorniciano il monitorino ripetitore delle principali funzioni della macchina (non gestibili, putroppo) piu' il tasto di illuminazione ambra dello stesso e quello di transizione temporanea della visione esclusiva del monitor o del mirino elettronico (che va in reset dopo lo scatto o la riaccensione...pressocche' inutile, quindi).

      
    Immagine Allegata: 050  25072017 -_D5K1144  Max Aquila photo (C).jpg 
    Sul fianco sinistro, un ulteriore, spettacolare, comando (definirlo tasto e' riduttivo) Immagine Allegata: 051  25072017 -_D5K1147  Max Aquila photo (C).jpg 
    rotativo endless ed a pulsante di selezione coassiale, con il quale si possono programmare funzioni utilizzabili o shiftabili in corso d'opera, in maniere dolce, quindi ideale durante le riprese video, per non produrre risonanze dannose all'audio del filmato.Immagine Allegata: 037  24072017 -_D5K1067  Max Aquila photo (C).jpg 
    Sopra il quale compare il pulsante di sblocco delle ottiche (che grazie alla baionetta Minolta sta...dal lato giusto, differentemente che nelle mirrorless Sony) ed un altro pulsante/funzione al quale, crepi l'avarizia, ho associato in queste settimane l'HELP per tradurre il senso degli astrusi menu' della fotocamera.
    Immagine Allegata: 038  24072017 -_D5K1077  Max Aquila photo (C).jpg 
    La parata degli sportellini del fianco sinistro (ben cinque) nasconde alla vista tutto cio' che serva, dalla presa sincro per i flash da studio wired, a quelle di remote wired, cuffia e mic, due uscite HDMI e Multi, quindi la presa per l'alimentatore AC optional.
     

    Immagine Allegata: 039  24072017 -_D5K1081  Max Aquila photo (C).jpg

     
    Sotto l'impugnatura (ottimamente ergonomica, gommosa e prensile) stanno i due slot SD UHS-I incredibilmente (come per la ML a9) assente la predisposizione per schede XQD, enormemente piu' prestazionali, il che aiuterebbe a risolvere uno dei principali difetti di questa Sony: la lentezza gia' riscontrata sulla a9 nella scrittura dei files durante le riprese in raffica, che blocca operativamente l'accesso al menu' e alla review immediata degli scatti appena effettuati, anche per minuti, in funzione della potenza di fuoco che questa alpha99II e' in grado di esprimere al massimo delle sue potenzialita'.
     
    Se la giustificazione della mancanza degli slot XQD sulla a9 possa essere ascritta alle dimensioni ridotte del corpo macchina, qui...non ci sono proprio scuse!!!  :ninja: 
    In posizione separata dagli slot, sul fondello della macchina, il vano batteria, che ospita un elemento al litio da 1600maH, la NP-FM500H Immagine Allegata: Sony-NP-FM500H_d(1).jpg 
     
    Temendo potesse scaricarsi con facilita' (e' ufficialmente accreditato di 450 scatti) , mi sono procurato un secondo elemento di concorrenza, per la durata della prova,
    insieme ad un battery grip identico all'originale Sony, Immagine Allegata: 043  24072017 -_D5K1107  Max Aquila photo (C).jpg 
    che ha stranamente ripreso il modello della alpha77II piuttosto che quello della precedente alpha99 prima versione. Immagine Allegata: 044  24072017 -_D5K1110  Max Aquila photo (C).jpg 
    Per quanto strano possa sembrare, mi e' parso che in Sony abbiano pensato che l'acquirente tipo della 99II sia non tanto chi provenga dal precedente modello, quanto chi voglia upgradare dalla 77 o 77II: di fatto, con poca spesa mi sono ritrovato a gestire una "macchina da guerra" perfetta nelle inquadrature e scatti verticali, in quanto ogni comando del dorso viene replicato sull'impugnatura, joystick compreso, punto debole della Sony a99II in quanto spesso incerto nella sua movimentazione: orbene...il joystick ed il pulsante di scatto del BG non originale, mi sono parsi ben piu' gestibili di quelli della macchina stessa.
     

    Immagine Allegata: 045  24072017 -_D5K1112  Max Aquila photo (C).jpg

    Minor sensibilita' del pulsante di scatto (quella necessaria) e fulminea risposta del joystick verticale ad ogni torsione... Audite, Sony...! :coniglietto: 
     Immagine Allegata: 046  24072017 -_D5K1122  Max Aquila photo (C).jpg 

     

    Immagine Allegata: 047  24072017 -_D5K1126  Max Aquila photo (C).jpg 
     
    Invece dei 450 scatti minacciati promessi, la NP-FM500H Sony (ed anche l'altra non originale) hanno fornito prestazioni ben differenti: durante sessioni sportive sono arrivato a scattare piu' di 3mila scatti con ciascuna, comunque, in condizioni piu' usuali, mai meno di 1500.
     
    Batteria promossa e a pieni voti anche...! Immagine Allegata: Sony_NP_FM500H_NP_FM500H_InfoLithium_Battery_7_2V_522156.jpg 

     


    Immagine Allegata: 036  24072017 -_D5K1049  Max Aquila photo (C).jpg 
    Una macchina nella quale Sony ha voluto trasfondere il meglio della sua tecnologia, associando lo specchio semitrasparente al mirino elettronico, in questa via di compromesso tra l'esperienza reflex e l'innovazione EVF, in un corpo macchina disegnato per non cedere un grammo alle necessita' del fotografo che si occupi professionalmente di fotografia: 842 grammi contro i 985 della Nikon D810 (la sua piu' vicina competitor)
     

    Immagine Allegata: 052  25072017 -_D5K1149  Max Aquila photo (C).jpg

    (alla quale cede quei grammi ed i centimetri in altezza di flash e pentaprisma che la Sony non possiede)

     
    senza dimenticare il pezzo forte di questo sistema:
     

    Immagine Allegata: dc3652d8c0b27a8bed027b147d959248.jpg

    il sensore Exmore-R, full format CMOS da 42,4 milioni di pixel, retroilluminato

    che Sony monta anche sulla E-mount a7RII,  ed il processore Bionz-X Immagine Allegata: 90232428ab369629f89bb62dc4366c8b.jpg 
    i quali, insieme, elaborano un file RAW da 16bit non compresso (14bit compresso) Immagine Allegata: 3f2623fbc23951f468aba34351d6bcd7.jpg 
     
    al fine di ottenere, grazie alla contemporanea assenza del filtro low-pass, file di estrema qualita', nitidezza e contrasto, su tutta la superficie del sensore e dai 100 ISO di sensibilita' nominale del sensore, fino alle piu' elevate sensibilita' (25200 ISO ed oltre) come in effetti ho avuto modo di constatare che sia:
    100ISO
    Immagine Allegata: 017  24072017 -_99Y4875  Max Aquila photo (C).jpg 

    Immagine Allegata: 018  24072017 -_99Y4875  Max Aquila photo (C).jpg 
     
    200ISO
    Immagine Allegata: 019  24072017 -_99Y4876  Max Aquila photo (C).jpg 
     
    400ISO
    Immagine Allegata: 020  24072017 -_99Y4877  Max Aquila photo (C).jpg 

     

    Immagine Allegata: 021  24072017 -_99Y4877  Max Aquila photo (C).jpg 
     
    800ISO
    Immagine Allegata: 022  24072017 -_99Y4878  Max Aquila photo (C).jpg 
     
    1600ISO
    Immagine Allegata: 023  24072017 -_99Y4879  Max Aquila photo (C).jpg 

    Immagine Allegata: 024  24072017 -_99Y4879  Max Aquila photo (C).jpg 
     
    3200ISO
    Immagine Allegata: 025  24072017 -_99Y4880  Max Aquila photo (C).jpg 
     
    6400ISO
    Immagine Allegata: 026  24072017 -_99Y4881  Max Aquila photo (C).jpg 

    Immagine Allegata: 027  24072017 -_99Y4881  Max Aquila photo (C).jpg 
     
    12800ISO
    Immagine Allegata: 028  24072017 -_99Y4884  Max Aquila photo (C).jpg 
     
    25600ISO
    Immagine Allegata: 029  24072017 -_99Y4885  Max Aquila photo (C).jpg 

    Immagine Allegata: 030  24072017 -_99Y4885  Max Aquila photo (C).jpg 
     
    51200ISO
    Immagine Allegata: 031  24072017 -_99Y4886  Max Aquila photo (C).jpg 
     
    per poi esagerare, agli estremi opposti di ... 102400ISO
    Immagine Allegata: 032  24072017 -_99Y4889  Max Aquila photo (C).jpg 
     
    o indietro a ... 50ISO
    Immagine Allegata: 033  24072017 -_99Y4890  Max Aquila photo (C).jpg 
     
    Un sensore ed il suo processore che non vanno mai in crisi, anche agli ISO piu' incredibili, determinando l'utilizzo prevalente di questa macchina in AutoISO (ah...se capissero che DEBBA poter essere regolato a terzi di stop e non per valori interi di sensibilita'...) , per sfruttare tutta la gamma dinamica di cui e' capace: ovviamente entro i limiti della situazione di ripresa, in quanto cosi' come in luce ambiente forte sembra assolutamente equivalente fotografare tra 100 ed 800 ISO, altrettanto, su EV attenuati le differenze tra 1600 e 6400 sono veramente difficili da riconoscere.
    Oltre...e' gia' fantascienza pensare a parametri comuni alla fotografia ordinaria: si e' in emergenza...
    I files grezzi (ARW) che ne scaturiscono pesano mediamente 83Mb non compressi e la meta' se compressi; un jpg Fine attorno ai 13Mb
     
    100 ISO
    Immagine Allegata: 002 - _99Y8188  70 mm  1-320 sec a f - 8,0 ISO 100 Max Aquila photo (C)_.jpg 

    Immagine Allegata: 006 - _99Y9330  200 mm  1-2500 sec a f - 4,0 ISO 100 Max Aquila photo (C)_.jpg 

    Immagine Allegata: 018 - _99Y1518  100 mm  1-3200 sec a f - 2,8 ISO 100 Max Aquila photo (C)_.jpg 
     
    400 ISO
    Immagine Allegata: 019 - _99Y2677  90 mm  1-4000 sec a f - 2,8 ISO 400 Max Aquila photo (C)_.jpg Immagine Allegata: 007 - _99Y9944  200 mm  1-8000 sec a f - 2,8 ISO 400 Max Aquila photo (C)_.jpg 

    Immagine Allegata: 004 - _99Y8878  70 mm  1-250 sec a f - 4,0 ISO 400 Max Aquila photo (C)_.jpg Immagine Allegata: 003 - _99Y8711  160 mm  1-100 sec a f - 2,8 ISO 400 Max Aquila photo (C)_.jpg 
     
    1600 ISO
    Immagine Allegata: 001 - _99Y8167  55 mm  1-60 sec a f - 11 ISO 1600 Max Aquila photo (C)_.jpg 

    Immagine Allegata: 005 - _99Y8953  75 mm  1-60 sec a f - 2,8 ISO 1600 Max Aquila photo (C)_.jpg 
     
    6400 ISO
    Immagine Allegata: 010 - _99Y0085  24 mm  1-100 sec a f - 2,8 ISO 6400 Max Aquila photo (C)_.jpg 

    Immagine Allegata: 009 - _99Y0072  24 mm  1-60 sec a f - 2,8 ISO 6400 Max Aquila photo (C)_.jpg 

    Immagine Allegata: 011 - _99Y0106  160 mm  1-40 sec a f - 2,8 ISO 6400 Max Aquila photo (C)_.jpg 

    Immagine Allegata: 012 - _99Y0111  200 mm  1-30 sec a f - 2,8 ISO 6400 Max Aquila photo (C)_.jpg 

    Immagine Allegata: 013 - _99Y0138  200 mm  1-40 sec a f - 2,8 ISO 6400 Max Aquila photo (C)_.jpg 

    Immagine Allegata: 014 - _99Y0216  110 mm  1-60 sec a f - 2,8 ISO 6400 Max Aquila photo (C)_.jpg 
     
    12800 ISO
    Immagine Allegata: 008 - _99Y0015  160 mm  1-60 sec a f - 4,0 ISO 12800 Max Aquila photo (C)_.jpg 

    Immagine Allegata: 015 - _99Y0281  24 mm  1-25 sec a f - 4,0 ISO 12800 Max Aquila photo (C)_.jpg 

    Immagine Allegata: 016 - _99Y0292  200 mm  1-13 sec a f - 4,0 ISO 12800 Max Aquila photo (C)_.jpg 


    Immagine Allegata: 017 - _99Y0303  130 mm  1-15 sec a f - 4,0 ISO 12800 Max Aquila photo (C)_.jpg 
     
    ( e approfitto di queste ultime foto per tributo alle vittime di via d'Amelio a Palermo, nel 25° anniversario dell'attentato a Paolo Borsellino e alla sua scorta)

    Se il sensore CMOS della alpha99II e' il piatto forte, l'autofocus e' di certo l'elemento piu' delicato di questo pasto:
     

    Immagine Allegata: volley1.jpg

    abbiamo gia' detto in seconda pagina delle caratteristiche ibride di questi due sensori AF, uno richiamato a funzionare dallo specchio fisso, l'altro posto dietro lo specchio stesso, con un tappeto di 339 sensori sparsi sulla superficie del sensore fotografico.
    I due sensori funzionano di comune accordo solo con determinati obiettivi, specificamente in funzione della loro massima apertura di diaframma.
    Non appena imbracciata la Sony col 70-200/2,8 in AF-C e con motore settato per fornire il massimo delle sue capacita', ossia 12 ftg/s nella posizione Hi+ (8 ftg/s in quella Hi) ho subito notato, come dire, una forte personalita' del sistema che avevo scatenato :marameo: , che si estrinsecava il piu' delle volte in un paio di fotogrammi del tutto cannati all'inizio della raffica, per poi riprendersi e non mollare piu' il soggetto fino all'ultimo respiro del buffer.
    Sto parlando di files ARW compressi oppure anche jpg superFine.
     
    Lo stupore iniziale si e' dileguato, andando a studiarne il funzionamento: molto complesso...: l'interazione tra i due sensori AF fa pagare quel prezzo di uno o due scatti fuori fuoco in diverse condizioni operative, per cui ho imparato negli ultimi giorni ad anticipare l'inizio della raffica per evitare di perdere files che potrebbero essere interessanti.
    Leggere inoltre esperienze di un tester di altro sito (internazionale) mi ha rassicurato sulle opportunita' per sfruttare al meglio il potenziale di questo raffinato AF.
    Sony a99II preferisce in queste condizioni di ripresa, l'unica delle opzioni di AF che solitamente non utilizzo: quella di totale automatismo, nella quale sara' l'AF a decidere cosa mettere a fuoco.
    AF a zone, a punto singolo e Flexi-spot sono da relegare a determinati generi di ripresa, nei quali l'azione del soggetto non sia repentina come negli sport che io ho fotografato.
     
    Queste incertezze all'inizio di una raffica non sono una costante e ovviamente vengono molto attenuate al migliorare delle condizioni di luminosita' e contrasto del soggetto: al netto di queste difficolta', restano le performances di un sistema AF di alto livello.
     
    Immagine Allegata: 022   -_99Y9956  80 mm  1-8000 sec a f - 2,8  Max Aquila photo (C)_.jpg Immagine Allegata: 023   -_99Y9957  80 mm  1-8000 sec a f - 2,8  Max Aquila photo (C)_.jpg 


    Immagine Allegata: 024   -_99Y9958  80 mm  1-8000 sec a f - 2,8  Max Aquila photo (C)_.jpg Immagine Allegata: 025   -_99Y9959  80 mm  1-8000 sec a f - 2,8  Max Aquila photo (C)_.jpg 


    Immagine Allegata: 026   -_99Y9961  80 mm  1-8000 sec a f - 2,8  Max Aquila photo (C)_.jpg Immagine Allegata: 027   -_99Y9965  90 mm  1-8000 sec a f - 2,8  Max Aquila photo (C)_.jpg 
     
    capace di reagire con grande rapidita', anche se non con l'assoluta prontezza dell' AF della cugina E-mount a9...
     

    Immagine Allegata: volley1.jpg

     

    Immagine Allegata: 028   -_99Y0927  120 mm  1-5000 sec a f - 2,8  Max Aquila photo (C)_.jpg Immagine Allegata: 029   -_99Y0928  120 mm  1-5000 sec a f - 2,8  Max Aquila photo (C)_.jpg

    Immagine Allegata: 030   -_99Y0929  120 mm  1-5000 sec a f - 2,8  Max Aquila photo (C)_.jpg Immagine Allegata: 031   -_99Y0930  120 mm  1-5000 sec a f - 2,8  Max Aquila photo (C)_.jpg

    Immagine Allegata: 032   -_99Y0932  120 mm  1-5000 sec a f - 2,8  Max Aquila photo (C)_.jpg

    Un autofocus che quando si impunta, rallenta la potenziale velocita' di raffica che, molto raramente, in questa mia esperienza di scatto durata per due settimane, e' riuscita a superare il livello degli 8 ftg/s che rappresenta il "secondo livello" di prestazione dell'otturatore, ma che e' invece, a mio parere, il bilancio ordinario di questo concentrato di tecnologie che e' la a99II.  Salvo buon fine... ;)
     
    Ma che in queste condizioni di luce e di contrasto tende ad avere costanza di rendimento Immagine Allegata: volley3.jpg 
     
    Immagine Allegata: 033   -_99Y1802  120 mm  1-5000 sec a f - 2,8  Max Aquila photo (C)_.jpg Immagine Allegata: 034   -_99Y1847  130 mm  1-4000 sec a f - 2,8  Max Aquila photo (C)_.jpg 


    Immagine Allegata: 035   -_99Y1848  130 mm  1-4000 sec a f - 2,8  Max Aquila photo (C)_.jpg Immagine Allegata: 036   -_99Y1932  135 mm  1-4000 sec a f - 2,8  Max Aquila photo (C)_.jpg 
     
    mentre...le cose cominciano a peggiorare e di molto, quando gli EV sono bassi (Sony dichiara -4 EV di capacita' a 100ISO ed f/2.8, ma l'AF va in crisi molto prima)
    Immagine Allegata: 038   -_99Y0028  90 mm  1-25 sec a f - 4,0  Max Aquila photo (C)_.jpg 

    Immagine Allegata: 037   -_99Y0026  90 mm  1-25 sec a f - 4,0  Max Aquila photo (C)_.jpg 
    e le foto fuori fuoco si moltiplicano, anche in condizioni di ripresa...molto meno dinamiche
    Immagine Allegata: 040   -_99Y0104  150 mm  1-60 sec a f - 2,8  Max Aquila photo (C)_.jpg Immagine Allegata: 039   -_99Y0103  90 mm  1-40 sec a f - 2,8  Max Aquila photo (C)_.jpg 
    e nonostante le eccezionali performances dello steady shot della fotocamera (anche in assenza di OSS sullo zoom) diventa tutto un convulso pestare sul tasto di scatto in attesa che mente, cuore e...AF si mettano finalmente d'accordo...: con questa struttura di AF probabilmente un illuminatore IR incorporato non guasterebbe...
    Immagine Allegata: 041   -_99Y0144  180 mm  1-25 sec a f - 2,8  Max Aquila photo (C)_.jpg 

    Immagine Allegata: 042   -_99Y0154  200 mm  1-40 sec a f - 2,8  Max Aquila photo (C)_.jpg 
     
    Ma la pecca piu' evidente (sempre) del sistema AF di questa alpha a99II e' l'impossibilita' di aumentare il contrasto dei sensori AF nel mirino elettronico, quando li si debba spostare: appena si mette a fuoco si illuminano in verde i settori interessati, ma per spostarli quando si lavora in AF a punto singolo, flexi spot o a zone, in luce ambiente forte e' difficilissimo scorgere il grigio chiaro della loro colorazione.
    Realmente assurdo !  :bigemo_harabe_net-89:

     

    L'otturatore di questa Sony e' anch'esso sui generis come ogni altro organo di questa fotocamera  :bigemo_harabe_net-143:Immagine Allegata: sony a99II cp plus.jpeg 
     
    Possiede la possibilita' di abilitare la prima tendina come elettronica anche se il range dei tempi non supera 1/8000" :wacko:  diversamente che nel prodigio di otturatore elettronico della sua nemesi: la solita Sony a9... :ciao:
    Sincro flash ad 1/250" e possibilita' di sincronizzazione con tempi piu' veloci con flash compatibili (come il mio mini Godox per Sony...e i suoi fratelli maggiori)
     
    Immagine Allegata: 043   -_99Y9228  70 mm  1-4000 sec a f - 2,8  Max Aquila photo (C)_.jpg Immagine Allegata: 044   -_99Y9229  70 mm  1-4000 sec a f - 2,8  Max Aquila photo (C)_.jpg 


    Immagine Allegata: 045   -_99Y9230  70 mm  1-4000 sec a f - 2,8  Max Aquila photo (C)_.jpg Immagine Allegata: 046   -_99Y9231  70 mm  1-4000 sec a f - 2,8  Max Aquila photo (C)_.jpg 


    Immagine Allegata: 047   -_99Y9237  200 mm  1-4000 sec a f - 2,8  Max Aquila photo (C)_.jpg Immagine Allegata: 048   -_99Y9238  200 mm  1-4000 sec a f - 2,8  Max Aquila photo (C)_.jpg 


    Dichiara velocita' di raffica fino a 12 ftg/s con gli obiettivi dedicati e impostando Hi+ nella selezione specifica della velocita' di scatto: peccato che, nel libretto delle istruzioni venga poi specificato che in questa modalita' si perda il controllo in tempo reale dell'esposizione ed il valore del diaframma restera' sempre quello stabilito all'inizio della raffica.... scattando in modo S (come accade quando si voglia sfruttare questa opportunita' di controllo del diaframma) cio' costituisce un problema.

    Immagine Allegata: volley4.jpg

    In questo caso meglio ovviare impostando operativamente in modo M + Auto Iso , cosi' determinando che sia la sensibilita' a compensare l'esposizione a diaframma e tempo prefissati.
    Se non servono i 12 ftg/s si utilizzi la velocita' Hi dell'otturatore, che abbassa ad 8 ftg/s la prestazione della macchina (tanto con i possibili impuntamenti dell' AF non mi pare si vada quasi mai oltre questa media di valori) e si potranno utilizzare indiscriminatamente e senza limitazioni tutti i modi di ripresa.
     

    Immagine Allegata: volley5.jpg

    La Sony a99II possiede una miriade di features che la differenziano da altri produttori: per esempio, in Auto Iso consente di predeterminare al di sotto di quale tempo di otturazione comincino a shiftare gli ISO: importante per evitare come capita usando questa utilissima funzione in modo A o S che sia dato sempre privilegio all'innalzamento della sensibilita' a scapito eventuale della quaita' di immagine.
     
    Che dire poi di un Live View da 8 ftg/s se si desideri scattare in sequenza?
     
    Oppure la funzione con la quale in jpg si puo' attivare un teleconverter digitale da 1,4x o 2,0x
     
    o, ancora, la possibilita' di settare lo steady shot a partire da una certa focale su di uno zoom...: in un 24-105 si potrebbe per esempio fissare il limite minimo di intervento dai 50mm in poi...
     
    Ma le prestazioni dell'otturatore non possono essere distinte dall'efficienza dell'AF che, come evidenziato, in certe operativita' rallenta anche sensibilmente l'operativita' della macchina.
     
    Nemmeno paragonate per sonorita' a realizzazioni interamente elettroniche: la a99II si sente quando scatta, anche abilitando la prima tendina elettronica
     
    Immagine Allegata: 053   -_99Y3879  90 mm  1-4000 sec a f - 2,8  Max Aquila photo (C)_.jpg Immagine Allegata: 054   -_99Y3880  90 mm  1-4000 sec a f - 2,8  Max Aquila photo (C)_.jpg 


    Immagine Allegata: 055   -_99Y3881  90 mm  1-4000 sec a f - 2,8  Max Aquila photo (C)_.jpg Immagine Allegata: 056   -_99Y3882  90 mm  1-4000 sec a f - 2,8  Max Aquila photo (C)_.jpg 
    Cionondimeno l'insieme produce risultati di rilievo: basta un po' di applicazione e di consapevolezza dei potenziali limiti: certamente raffiche corte, fino a cinque, sei scatti aiutano parecchio... dimentichiamoci pero' determinate mirrorless, siamo al cospetto di un efficiente otturatore di classe reflex.
     

    Immagine Allegata: volley6.jpg Immagine Allegata: volley7.jpg

     
    Solito punto a sfavore, quello del buffer che, certamente a causa dei supporti di memoria inadeguati al flusso di dati su di un sensore di queste dimensioni (XQD...queste sconosciute... :GrattaTesta: ) ed anche per limiti progettuali, gia' riscontrati sulla Sony a9, non consente dopo raffiche piu' lunghe di questo limite di cinque-otto ftg, l'accesso al menu' o la review della scheda, se non dopo aver finito di scrivere tutti i files scattati: nelle more possono passare anche svariate decine di secondi.


    Immagine Allegata: volley8.jpg 
    Ed anche questo fatto e' un bel limite  :ph34r:

    Immagine Allegata: 059   -_99Y8437  24 mm  1-125 sec a f - 5,0  Max Aquila photo (C)_.jpg 

    Immagine Allegata: 058   -_99Y8414  28 mm  1-125 sec a f - 4,0  Max Aquila photo (C)_.jpg

     

     
    Sony alpha 99 II e' il punto di arrivo di un progetto ambizioso iniziato con l'acquisizione di Minolta 11 anni fa. Immagine Allegata: 057   -_99Y8164  50 mm  1-125 sec a f - 8,0  Max Aquila photo (C)_.jpg 
     
    Ma e' anche il segno dei tempi: simboleggia promesse che non riusciranno mai ad ottenere compimento, purtroppo.
     
    Immagine Allegata: 063   -_99Y9994  105 mm  1-250 sec a f - 2,8  Max Aquila photo (C)_.jpg 
    I suoi punti di forza sono quelli della generazione di macchine che la soppianteranno, giocoforza.
     

    Immagine Allegata: 065   -_99Y0602  90 mm  1-3200 sec a f - 3,2  Max Aquila photo (C)_.jpg Immagine Allegata: 066   -_99Y0603  90 mm  1-3200 sec a f - 3,2  Max Aquila photo (C)_.jpg 

    Immagine Allegata: 067   -_99Y0604  90 mm  1-3200 sec a f - 3,2  Max Aquila photo (C)_.jpg

     
    Le ibridazioni delle quali e' oggetto significano solo una cosa: il futuro e' gia' scritto in casa Sony e non passa per questa baionetta.
     
    Ho scattato in due settimane quasi 7000 foto, proprio tante quante ne ho scattato con la Sony a9:
    Immagine Allegata: 060   -_99Y8618  70 mm  1-160 sec a f - 4,0  Max Aquila photo (C)_.jpg 

    Immagine Allegata: 061   -_99Y8959  24 mm  1-1000 sec a f - 2,8  Max Aquila photo (C)_.jpg 
     
    il consuntivo di questa esperienza penso di averlo gia' chiarito nelle pagine precedenti.
     
    Voglio aggiungere che a chi sembri che nel criticare le difficolta' di un AF complesso gia' costruttivamente, possa avere svisato il senso di una fotocamera che e' dotata di un sensore capace di figurare in studio alla pari di realizzazioni di formato maggiore e altisonanti marchi, rispondo che questa Sony alpha 99II ti induce ad essere utilizzata ANCHE come ho inteso fare io.
    Le sue difficolta' sono comprensibili pienamente, tanto quanto correggibili, se solamente Sony ci credesse ancora, commercialmente: perche' tecnicamente si sono impegnati come nessuna Major del settore ha mai fatto...
     

    Immagine Allegata: 062   -_99Y9621  180 mm  1-8000 sec a f - 2,8  Max Aquila photo (C)_.jpg

    I pregi di questa macchina stanno esattamente dove nella cugina avevo trovato debolezza:
    - ergonomia 
    - dimensione e qualita' del sensore 
    - disponibilita' di ottiche professionali come quelle utilizzate in questo test
    - eccellente disposizione di tasti funzione su tutto il corpo macchina
     
    altri pregi sono comuni anche alla a9:
     
    - mirino elettronico efficiente e pieno di ogni informazione necessaria
    - batteria adeguata ad ogni scopo
    - qualita' generale dei materiali
     
     
    I difetti sono ugualmente ripartiti, tra quelli opposti ai pregi della a9:
     
    - AF ibrido, ma non efficiente, neppure da lontano come quello della a9 che ha unico sensore in sandwich col processore
    - otturatore limitato da balbettii di funzionamento che non lo fanno apprezzare al vertice neppure della categoria delle reflex, comunque ben lontano per prestazioni da quello esaltante della cugina
    - difficolta' ad individuare prima dello scatto i punti af a mirino
    - joystick poco affidabile
     
    e quelli ad essa comuni, come:
     
    - inadeguatezza progettuale del buffer, durante lo scatto a raffica
    - mancato utilizzo delle schede XQD, qui senza problemi di spazio disponibile
    - complicatezza dei menu' 
    - ingenuita' progettuali: come la necessita' di abilitare l'utilizzo del secondo slot se la prima scheda si esaurisca, come la necessita' che sia sempre presente una scheda nello slot1, o come la mancanza della regolazione a terzi di stop degli ISO in Auto ISO, o ancora la necessita' di registrare un volto per attivare la relativa funzione di individuazione in AF, oppure anche l'assurdita' di dover abilitare un tasto funzione per il riconoscimento dell'occhio in AF, precludendo la possibilita' di farlo con obiettivi pesanti a mano libera.
     
     
    Un coacervo di dati che potrebbero servire a Sony per una road map su aggiornamenti firmware di questa macchina...
     
    Ma che temiamo nessuno vorra' considerare: il mercato ha leggi ben precise.
     
    Comunque interessantissima questa esperienza con la Sony a99II,
     
    resa possibile dall'amichevole disponibilita' di Immagine Allegata: logo.png  nelle persone di Alfio e Lucia Sparta': che vogliamo ancora ringraziare!
     

     
     
    Immagine Allegata: 064   -_99Y2787  150 mm  1-4000 sec a f - 2,8  Max Aquila photo (C)_.jpg 
    Max Aquila photo © per Sonyland 2017



    User Feedback


    There are no comments to display.



    Create an account or sign in to comment

    You need to be a member in order to leave a comment

    Create an account

    Sign up for a new account in our community. It's easy!

    Register a new account

    Sign in

    Already have an account? Sign in here.

    Sign In Now